Il parco naturale del Massiccio dei Bauges è situato nella regione dell’Auvergne Rhône-Alpes e si estende nei dipartimenti della Savoia e dell’Alta Savoia. Il parco occupa una zona piuttosto estesa che tocca quasi 90.000 ettari, per la maggior parte ricoperti da una meravigliosa foresta e per il restante da praterie e alpeggi. Questa grande varietà di habitat, che si crea tra un’altitudine di circa 275 mt fino a toccare punte di oltre 2200 mt, vede convivere terre umide nelle vallate più basse con praterie molto secche principalmente concentrate nella zona a sud-ovest del parco e con suggestive falesie rocciose nelle altitudini maggiori, dando origine una grande ricchezza di flora e fauna.Sono oltre 1600 le specie vegetali identificate nel comprensorio del parco tra cui ricordiamo, come più esemplificative, la Cinquefoglie del Delfinato, il Cardo Rosso, la Scarpetta di venere e il Ciclamino d'Europa. Altrettanto ricca è la fauna con oltre 150 specie di uccelli nidificanti, tra le quali ricordiamo l’aquila reale o il falco pellegrino a rischio estinzione, e 9 diverse specie di anfibi riconosciuti. Una particolare attenzione va inoltre dedicata ad una particolare area del centro del parco dove si è venuto a creare un habitat perfetto per il camoscio alpino, vero simbolo del parco, oltre che per mufloni e fagiani di monte. Già Parco Naturale Regionale dal 1995, il massiccio dei Bauges ha ottenuto il riconoscimento di Geoparco Globale riconosciuto dall’Unesco nel 2011, proprio per la grande importanza geologica internazionale e la straordinaria ricchezza naturale. L’intervento dell’Unesco opera secondo principi di protezione, educazione e sviluppo sostenibile fornendo alle comunità locali i mezzi per la corretta pianificazione del territorio oltre che per la corretta conservazione del patrimonio. Questi meravigliosi e variegati paesaggi offrono al visitatore numerose attività da svolgere, prodotti locali da degustare e luoghi di visita unici. Per i più sportivi è possibile organizzare camminate guidate, trekking, esperienze di volo in parapendio, canyoning, sci nordico con oltre 140km di piste e molto altro. I più golosi e appassionati di enogastronomia possono scoprire i numerosi prodotti che beneficiano del marchio “prodotto del parco”, riconosciuti per l’origine locale, le dimensioni artigianali delle aziende che li producono e il rispetto dell’ambiente. Tra questi ricordiamo i famosi formaggi d’alpeggio, in primis la Tome de Bauges (AOC), il miele, le erbe aromatiche e officinali e i vini di Combe de Savoie. Tra i tanti luoghi suggestivi di visita non possiamo dimenticare la Riserva Naturale di Caccia e Fauna Selvatica delineate dalle imponenti strisce di bianco calcare, il fiume Chéran considerato vero gioiello selvaggio con le suggestive gole del ponte dell’abisso o la peculiare sinclinale dell’Arclusaz, tesoro geologico del parco. La lista è ancora molto lunga, non resta che visitare questo angolo di paradiso.


Photo @SavoieMontBlanc-Chabance